Scaduto da due anni il CCL relativo al ramo dell’abbigliamento, è stata siglata ieri, mercoledì 20 dicembre 2017, una ulteriore convenzione di carattere transitorio tra Ticinomoda e le parti sociali OCST ed UNIA (vedi documento allegato).
 
Le Parti hanno considerato l’esito della votazione del 14 giugno 2015 che assegnava al Consiglio di Stato il compito di fissare i salari minimi.
È stato attentamente considerato il messaggio del Consiglio di Stato stesso dell’8 novembre 2017, in cui viene proposto un disegno di Legge la cui effettiva applicazione e le cui modalità definitive di applicazione non sono ancora note.
 
L’esito del confronto ha portato al riconoscimento del carovita e ad un progressivo innalzamento delle retribuzioni minime contrattualmente previste.
 
Le Parti hanno in ogni caso definito di rivalutare la sottoscrizione di un nuovo accordo di durata pluriennale nel momento in cui il quadro di riferimento normativo sarà definito.
 
Per il 2018 il salario lordo minimo passa da CHF 14.12/ora  a CHF 14.50/ora.